Moscato Bianco

Quantità:
Prezzo unitario 3.99 € sconto 0 %
Prezzo: 3.99
IVA inclusa

[Tabella dei prezzi]

Moscato Bianco

Origini

  • Di origine antichissima, proveniente dal bacino orientale del Mediterraneo, ha trovato l’area preferenziale di coltura nelle colline piemontesi e dell’Oltrepò Pavese.
  • Anche se limitatamente, è diffuso un po’ ovunque ed in particolare nei Colli Euganei, nella zona di Trani, e nelle province di Siracusa e Siena.
  • È diffuso anche in Est Europa sotto il nome di Tamjanika in Serbia, Temjenika in Macedonia e Tamaioasa in Romania.

Caratteri ampelografici:

  • La varietà è abbastanza omogenea, le caratteristiche differenziali riguardano la forma del grappolo, la produttività, gli aromi che spesso sono legati all’ambiente di
  • coltivazione.
  • Germoglio ad apice espanso, discretamente tomentoso, verde chiaro con sfumature rosso carminee.
  • Foglia media, pentagonale-orbicolare, trilobata o pentalobata, con denti molto pronunciati, lembo sottile, di colore verde scuro, liscio e quasi glabro.
  • Pagina inferiore quasi glabra.
  • Seno peziolare a lira o a V stretto.

Grappolo

Grappolo medio, semicompatto o semispargolo, cilindrico-piramidale, alato.

Acino

  • Acino medio, ellissoidale, di colore giallo ambrato, a stacco facile.
  • Buccia consistente. 
  • Polpa carnosa di sapore spiccatamente moscato. 

Attitudini colturali:

  • Vitigno di media vigoria con portamento della vegetazione eretto.
  • Tralci robusti con internodo medio-corto, vegetazione relativamente equilibrata.
  • Richiede terreni tufaceo-marnosi, anche se calcarei, ma non troppo argillosi ed umidi ed al nord ben esposti, con clima asciutto e ben ventilato.

Allevamento e potatura:

  • Si adatta alle diverse forme di allevamento e potatura, purché non troppo espanse e ricche.
  • Nella sua grande area di coltura si seguono pertanto le pratiche colturali locali (potature lunghe e cordoni speronati), mentre la meccanizzazione anche totale è
  • possibile nel centro-sud.
  • Produzione: buona e costante; spesso si lascia un'eccessiva carica di gemme per pianta a scapito della qualità del prodotto.

Fenologia

  • Epoca di germogliamento: medio-precoce.
  • Epoca di maturazione: medio-precoce.

Sensibilità alle malattie e alle avversità:

  • Sensibile all’oidio, alla botrite, al marciume acido e alla carenza di magnesio e potassio.
  • Buona la resistenza ai freddi invernali.

Potenziale enologico:

  • Dà vini diversi in relazione alle aree di coltura e ai tipi di lavorazione.
  • Nel sud e nelle isole si preparano generalmente vini liquorosi, nel nord vini spumanti.
  • Il vino liquoroso è di un colore giallo dorato talvolta ambrato, di profumo molto intenso, fortemente aromatico, robusto di corpo, alcolico e dolce.
  • I Moscati spumanti sono i più conosciuti, di colore giallo paglierino con rari riflessi dorati, con profumo intenso ed aroma moscato squisito, di corpo leggero
  • e con un perlage perfetto: sono insuperabili nella loro tipicità.

Cloni in moltiplicazione:

Moscato Bianco cloni francesi: Inra-Entav 154.

Altre piante di vite: